***Annunci del Mega Forum***
Vuoi sapere tutto sul MegaForum? Vai sulla MegaPedia, l'enciclopedia ufficiale del MF!
Non riesci a postare? Clicca qui e consulta le nostre linee guida.
New Thread
Reply
 
Previous page | « 3 4 5 | Next page

Topic ROH

Last Update: 9/6/2012 9:56 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Email User Profile
Post: 20,147
Post: 1,306
Registered in: 4/13/2011
Location: BOLOGNA
Age: 35
Gender: Male
1/15/2012 11:23 AM
 
Quote

Io ho sempre pensato che fosse il caso di vedere gli episodi in TV a seconda della messa in onda e non a seconda di quando si son svolti. Mi è sempre parso più logico. Ma tanto vai tranquillo che sbaglierai sempre. Qua ad esempio non è che hai sbagliato, perchè la questione per il titolo TV è più logico vederla così, ma vai poi a capire se tutto il resto (parliamo pur sempre di ben 4 episodi registrati prima di DBD. Un mese di programmazione...) si incastra bene oppure no...
OFFLINE
Email User Profile
Post: 938
Post: 308
Registered in: 4/14/2011
Location: VENARIA
Age: 31
Gender: Male
1/19/2012 5:36 PM
 
Quote

Se dovete ancora scaricare il Survival of the Fittest non prendete la versione x264 RUDOS che manca uno spot nella finale (sono giusto una decina di secondi eh, però meglio vederlo).
OFFLINE
Email User Profile
Post: 20,165
Post: 1,322
Registered in: 4/13/2011
Location: BOLOGNA
Age: 35
Gender: Male
1/21/2012 1:19 PM
 
Quote

ROH Death Before Dishonor IX

Jay Lethal & Homicide vs. Tommaso Ciampa & Rhino: 6 - Ma quanto ci mancava l'Embassy, eh? Eh?! Bellissimo il ...and the remaining Embassy members di Cruise in fase introduttiva dopo aver introdotto Nana... Sennò non se ne esce più. Jay Lethal già col titolo TV, forse era meglio vedere 'sto show dopo aver visto almeno una puntata su SBG, sebbene la sequenza suggerisca il contrario... Già lo sapevo, ma partiamo bene... Non è che la dimensione Tag Team aiuti tanto gli atleti coinvolti, in questo caso. 'Cide si prende un hot-tag da Lethal debolissimo e lo stesso atleta di coloro deve ancora calibrare i giri; Rhino fa meno che contro 'Cide e pure Ciampa ne trae poco beneficio. Il "sicilianao" è comunque discreto, perde una gara di Chop con Lethal ma poi si scatena su 'Cide, prendendosi pure un relativamente importante pin.

Shelton Benjamin vs. Mike Bennett: 5 - Meh, di una schifezza imbarazzante... Praticamente l'unica cosa carina è stata il counter di Bennett sul Paydirt. Per il resto dimostra ancora una volta di essere un pesce fuor d'acqua. Che si scopasse Maria e non rompesse le palle. Match più per il divertimento del Manhattan Center, anche se pure il Fuck him up, Shelton molto fuori luogo, come se non fosse stato un gatto di piombo pure lui...

Future Shock vs. The Young Bucks vs. The Bravado Brothers (Three Way Elimination Tag Team Match): 7,5 - Frizzantissimo match a 3 coppie, giusta ricompensa per essersi sorbiti un match di merda come quello di prima. I Bravado li ritroviamo con un nuovo look (facilissimi i Justin Bieber verso Harlem. Cazzo, se è brutto...), i Bucks li ritroviamo totalmente svincolati dalla TNA, Cole e O'Reilly li ritroviamo ufficialmente come Future Shock e freschi di quel matchone coi Wolves. Devo dire la verità, frizzante sì ma abbastanza caotico e sicuramente troppo breve, ma il suo sporco lavoro l'ha fatto. Prima fase coi Bravado guastafeste (e son poi loro, purtroppo, ad abbassare un pò troppo i tono in certi casi), anche se ciò non ha impedito ai corpi degli atleti di volare in qua e in là per tutto il tempo. Assolutamente fantastica tutta la sequenza chiusa da Kyle col suo solito Dropkick dall'apron, come assolutamente fantastico quel Suplex (sempre all'apron) di uno dei Bucks su Lance, preludio dell'eliminazione dei Bravados. Tocca quindi ai Future Shock e ai Bucks chiudere i conti. Anche qui manca qualsiasi schema perchè appunto il tempo è poco e i 4 non si fermano un solo secondo. Ormai si è preso gusto con un certo tipo di "fase a 4" che non sempre si vede, van tutti di Superkick tranne O'Reilly, che non c'ha un'elegante alzata di gamba ma c'ha un Lariat che t'ammazza. More Bang For Your Buck un pò dal nulla e post-match che apre a scenari di feud.

El Generico vs. Jimmy Jacobs: SV - Partiamo del presupposto che della presenza di Steen non sapevo nulla, contrariamente a BITW. Partiamo del prosupposto che, per quanto si è lottato, il grosso errore del match è stato a monte, cioè l'avere un Jacobs per nulla over e contro un'atleta come Generico, con caratteristiche molto simili riguardo all'appeal. Partiamo dal presupposto che, una volta che Steen si è palesato, si è capito perchè i due sul ring non abbiano fatto sul serio nemmeno per un secondo. Da qui il perchè non riesca a dargli un voto, nonostante i minuti sul quadrato. Il fatto che sia finito in No Contest è un dato accessorio. L'angle, seppur a volte gli angle con risse risultino un pò "goffi", è stato strepitoso. E per me è stata pure una sorpresa perchè Steen non lo attendevo. Il microfono spento, il tentativo di Package Piledriver su Silkin, il confronto con Cornette (che mena come una figa), le risse... Figo.

Charlie Haas vs. Michael Elgin: 5,5/6 - Pesante e deludente. Credo che 'sto match si possa riassumere così. E dispiace, perchè Haas ha dimostrato di essere meglio di Benjamin in questo loro stint in ROH, ed Elgin è Elgin (inutile starsi a ripetere). Grossissimo errore lasciare la conduzione al canadese, quando Haas stava applicando buona psicolagia al match, col lavoro al braccio sinistro dell'avversario. Il risultato è pesante, il pubblico caga pochissimo i due e si salvano in corner su certi sobbalzi fini a sè stessi. Ci provano anche di back-and-forth ma il match non decolla mai. Il finale abbastanza insapore non aiuta. E poi il booking di Elgin rimane una gran incognita, passa dal fare dei figuroni al perdere nel giro di un "amen"...

Roderick Strong vs. Eddie Edwards (Ringmaster Challenge Match): 6,5 - Sono onesto, riconosco la mia severità, ma ho passato 35 minuti buoni di 'sto match (guarda caso, la durata di tutte e 3 le cadute) a capire come poter quantificare il fatto che il match non mi abbia preso per nulla. Poi mi è venuto in mente che il dar voti serve anche questo ed hey, eccomi qui. La terza sfida in un anno tra due come Eddie Edwards e Roderick Strong è sulla carta un macigno, figurati se poi si aggiunge una stipula che fa più male che bene. E, ironia, 'sto giro non hanno nemmeno pesato i 45 minuti totali di match, quanto che di "giusto" nel match ci fosse ben poco. Le prime 2 cadute sono facilmente riassumibili. La prima è pura maniera e non c'è nulla che i due non abbiano già proposto in precedenza. Cioè, oh, apprezzabile, ma non è che si possa andare molto in là. Risulta strano vederla poi chiusa dopo 11 minuti e con Eddie che sta giù per così poco, quando i due hanno dimostrato di poter subire ben altro (e lo dimostreranno, ioronia, anche in 'sto match). Non so, è anti-storytelling. Preservarsi per le cadute dopo? Boh, ok, ma raccontamelo. Complice poi l'essere distratti dal commento che sparisce e vedere i tecnici in affanno sotto il tavolo di Prazak e Kelly a cercare di capire dove mettere le mani... E vabbè. La seconda caduta ha ancora più dell'incredibile, con Edwards che subisce due bump da paura sulla sedia a bordo-ring, per poi uscirsene bel bello con un Achilles Lock costruita manco per il cazzo e far cedere Roddy in 5 secondi 5. Ho già accennato all'anti-storytelling, credo... Quindi si va con la terza caduta e sai che durerà 15 minuti. E lo sanno anche loro. Non so quante volte ho visto l'Enziugiri con l'avversario sul paletto... La fase risolutiva già aiuta di più, ma anche qua si perde in modo ingenuo la possibilità di diversificare. Non so, Gibson Driver sulla rampa d'ingresso, perchè giocare ancora sull'abusatissimo tentativo di count-out? Fallo andare a buon fine, no? Tanto poi si sa che i due finiranno in pareggio (io nemmeno sapevo il risultato)... e con due pin anche abbastanza repentini. Ecco, più di tutte ho apprezzato il Sudden Death, coi due ormai al limite, più coriacei, più romantici. Fino poi alla solita conclusione tanta-meccanica-poco-pathos. Che dire, Roddy/Edwards III poteva sì avere bisogno di una stipula per avere un perchè, ma 'sta Ringmaster Challenge ha remato contro e i due non è che potessero fare ulteriori miracoli...

Jay & Mark Briscoe vs. The All Night Express (Ladder War Match): 6,5/7 - Ehm... cos'è 'sta roba? Cioè, il voto sarebbe pure sul positivo, ma non certo per un Main Event e, ancor di più, non certo per un Ladder War. Sarebbe pure troppo semplice liquidare il tutto definendolo come peggior Ladder War, visto che è appunto facile dirlo, data la sola terza "edizione". Il match è rivedibile in toto. Molteplici i fattori che son saltati all'occhio, in primis la scarsa gestione degli spot. Giusta la partenza con basso profilo, giusto dosare tutto, ma poi bisogna macinare. La prima parte del match è stata largamente lottata in modalità random, molto brawling e poco costrutto. Poi, gli spot ci son stati, ma la poca linearità ha fatto sì che l'azione si disperdesse e che Brisoces ed ANX improvvisassero un pò troppo, coi risultati visti (e ci si mette pure la regia e perderseli, con il Suplex subito da Titus sulla rampa, solo "sentito" ma non visto). E pure il pubblico li ha seguiti il giusto e non è stata quella bella bolgia che potevi aspettarti. Quando è stato più presente, ha portato a risvolti forzati. Il portare i Briscoes ad accanirsi sul Make Kenny bleed poteva essere una bella idea ma non è parso poi così ragionevole, non in un Ladder War. E qui si va su un altro fattore, forse un discorso un pò ingiusto, ma tant'è: gli ANX in una situazione del genere. Hanno vinto ma hanno dimostrato molto di più nei match precedenti, col risultato che pure la folla non li ha poi così sostenuti (vabbè che i Briscoes so' fighi, come fai a non tifarli?). E poi, più in generale, non ci sono stati tentativi di vittoria. Cazzo, è un Ladder Match, non può venir meno una componente del genere. L'unica è stata proprio quella decisiva, tra l'altro con uno spot-non-spot blandissimo. E dire che poco prima s'era visto lo Splash di Mark dalla scala più alta, che invece ha finito con l'apparire solo ruffiano, anche perchè non c'entrava un cazzo col corso del match (perchè sì, il discorso sugli spot sono il primo a farlo, ma sarebbe bello avessero un perchè). Giudizio per lo più negativo anche se il match resta discreto/buono, ma di certo non si può essere soddisfatti. Non mi basta vedere qualche spot, il sangue di Jay che zampilla come una fontanella (fottutamente impressionante) o Kenny che a fine match scrive "ANX" sul contratto col suo sangue per dire di aver visto un gran Main Event/Ladder War.

Si può dire "pessima edizione di Death Before Dishonor"? Io credo di sì. Deludente su più fronti: due stipule potenzialmente cazzute afflosciatesi su sè stesse (chi più, chi meno) e risultate controproducenti; due match insufficienti; una card figlia dell'approdo in TV per SBG, che ha visto mancare match titolati (ma comunque spoileranti, come la presenza di Lethal col titolo TV) e per questo con scarsa attrattiva. Anche qua, sunto à la Ladder War III: un gran bel segmento con Steen e un gran bel match a 3 coppie non salvano uno show (non lo fa neanche un Main Event da 9, figurati).


@Captain_Charisma: grazie della dritta!
[Edited by El Scorcho 1/21/2012 1:45 PM]
OFFLINE
Email User Profile
Post: 340
Post: 340
Registered in: 4/15/2011
Location: TERRANUOVA BRACCIOLINI
Age: 34
Gender: Male
2/12/2012 4:09 PM
 
Quote

Death Before Dishonor

Homicide/Lethal-Rhino/Ciampa: opener con tanto star power per DBD, incontro che carbura lentamente: abbastanza lento e con poche cose degne di nota nella prima metà, diciamo fino al dropckick da seduto di Ciampa.
Proprio questo spot alza il ritmo ed il livello dell'azione. I quattro si dividono bene la scena ed ognuno ha il suo spazio.
Ne viene fuori un incontro piacevole. 6
Tra l'altro Rhino in una forma molto migliore rispetto alle sue ultime apparizioni in TNA.

Bennett-Benjamin: la parte iniziale non è neanche male, Bennett è bravo a continuare a scappare dal quadrato e permette al pubblico di arrivare ad insulti che non si sentivano da tempo.
Poi il nulla, se si esclude un abbozzo di psicologia sulla schiena di Shelton.
Ci si risveglia col german suplex rilasciato e finalmente finisce. 5

Bravado-Bucks-Future Shock: molto buono: bookato alla perfezione e lottato molto bene.
Fase con tutti e sei i wrestler sfruttata benissimo: si parte fortissimo con la serie di voli fuori ring che sai che ci sarà ma che non t'aspetti all'inizio, buonissimo il lavoro dei Bravado che rimandano, creando hype, quello che tutti volevano vedere: Bucks contro FS.
Eliminati i Bravado i quattro rimasti mettono su, per ragioni di tempo, un riassunto di quello che è stato il loro incontro in PWG.
Finale che fa capire che fra i quattro non è finita qua e che forse apre le porte per un turn dei californiani.
I due son bravissimi a farsi fischiare ed un tag heel di punta è necessario quindi ben venga.
Degno di nota il bump che s'è preso Lance nel suplex dall'alpron al pavimento. 7,5

Generico-Jacobs: incontro su cui, grazie anche alla spiegazione di Kelly sull'assenza di Corino, aleggia minacciosa la presenza di Steen.
I due lottano col freno a mano tirato e, pur lasciandosi guardare, l'incontro ha qualcosa di strano.
L'arrivo di Steen rende il tutto un grosso angle che tocca il suo apice nel tentativo di piledriver su Cary.
Ah, se proprio volete che Cornette partecipi alla rissa dategli almeno una racchetta. 6

Haas-Elgin: troviamo anche l'altra metà dei campioni di coppia impegnata in singolo e onestamente, visto che Haas sta dimostrando più di Benjamin e che è più facile tirar su un buon incontro con Elgin che non con Bennett, m'aspettavo di più.
I due vendono una stanchezza esagerata dopo pochi scambi e l'incontro proseguirà su ritmi bassi per la sua totalità.
Qualche buon scambio si vede, soprattutto per merito di Charlie, ed il bump che si prende Elgin andando a cadere con la schiena sulla barriera è sicuramente d'effetto.
Incontro in cui mancano le legnate del canadese che forse ultimamente c'aveva un po' viziato. 5,5

Strong-Edwards: ennesimo scontro tra i due e stipulazione che sa di fine feud. Incontro lungo, come ci si poteva aspettare, che offre un'azione pressochè continua con alcuni picchi veramente belli.
La sfida a suon di chop era scontata mentre le gomitate di roddy sono state un piacevole diversivo.
Le beckbreaker di Roddy, con alcune veramente da applausi, la fanno da padrone e legano le varie fasi del match.
Eddie, come ormai c'ha abituato a fare, subisce per la gran parte dell incontro e si prende alcuni bump veramente duri.
Dare un voto a quanto ho visto è difficile, indubbiamente si tratta di un match di buonissimo livello però alcune cose si potevano evitare (Cornette e l'interferenza di Martini) ed altre farle molto meglio: ad esempio all'inizio i due evitano le manovre dell'altro per far vedere che si conoscono, bene, il problema è che dopo venti secondi iniziano a menarsi come fanno sempre o come la sottomissione di eddie che chiude la seconda parte che non ha un minimo di costruzione.
C'è poi il problema Edwards, wrestler che non credo meriti questo spot.
Alla fine 7, però, considerando che, nella mente di chi l'ha bookato, avrebbe dovuto far fare il salto di qualita allo show mi vien da dire: missione fallita.

Briscoe-AXN: boh, la parola che mi viene per racchiudere il tutto è carino.
Incontro nettamente oltre la sufficienza ma che lascia l'amaro in bocca.
AXN che vincono, finalmente, contro i Briscoe ma mettono su la loro peggior prestazione.
Due lacune mi son saltate agli occhi: la mancanza del cambio di passo: ci sta che si parta piano menandosi un po' a caso fuori dal ring, però poi bisogna accelerare e l'assenza di tentativi di vincere l'incontro prima di quello finale, ok che i quattro volevano per prima cosa uccidersi, però...
Incontro che difficilmente verrà ricordato come i suoi due predecessori e che alla fine non è che una serie di spot, di cui alcuni da paura sia chiaro, ma sempre una serie di spot rimane. 7

Non paga la scelta di dividere il WGTT per impegnarli in incontri singoli, non paga la stipulazione scelta per Edwards-Strong e sa di compitino il ladder war.
Show sufficiente ma per un evento come DBD si poteva e doveva fare di più.



[Edited by nanzi 2/12/2012 4:20 PM]
OFFLINE
Email User Profile
Post: 341
Post: 341
Registered in: 4/15/2011
Location: TERRANUOVA BRACCIOLINI
Age: 34
Gender: Male
2/14/2012 10:24 PM
 
Quote

Mi sorge il dubbio che le puntate televisive servano solo per costruire e hyppare gli IPPV e che non considerino per niente gli show "regolari".
C'ho preso?
OFFLINE
Email User Profile
Post: 351
Post: 351
Registered in: 4/15/2011
Location: TERRANUOVA BRACCIOLINI
Age: 34
Gender: Male
3/4/2012 1:12 PM
 
Quote

Gateway to Honor

Ciampa-Ridge: sicuramente superiore all'incontro che i due hanno avuto in TV. si parte subito forte col german del siciliano, prima del suono della campana, che poi la prima fase del match.
Sto apprezzando sempre di più Ciampa, in particolar modo lo stile ruvido che porta sul ring e che gli permette, pur facendo tutto in sicurezza, di dimostrare veramente poco rispetto per chi ha di fronte.
Tutto buono fino all'interferenza di Nana con la scarpa (Woman si starà rivoltando nella tomba) ed al run in di Delirius, col teatrino seguente, che mette in secondo piano quanto i due hanno ancora da fare sul quadrato. 6

Jay-TJP: incontro dai ritmi forsennati, i due concentrano nei dieci minuti concessi l'azione di un match della durata doppia. Del mat wrestling del californiano, elogiato da Prasak e Kelly, se ne vede pochino ed i due preferiscono un'azione back and forth dal primo minuto.
L'azione è contiuna, i due momenti che si prendono per rifiatare non abbassano il ritmo ed i vari spot sono costruiti e ben legati tra loro. 7
C'è da capire cosa fare di Perkins: wrestler che è sprecato in incontri da dieci minuti come questo ma che, personalmente, no credo possa aspirare alla cima della card.

Bravado-Corino/Jacobs: incontro che non offre niente di rilevante se si esclude il pubblico che inneggia a Sinclair. I Bravado dimostrano i verve comedy che potrebbe essergli utile in altri contesti mentre il ritorno di Jacobs prosegue piuttosto sottotono. 5.5

Elgin-Redwood: e tornando a parlare di scarso rispetto per l'avversario... Elgin dimostra di dare il meglio quando non è costretto a condurre l'incontro ma può limitarsi ad inserire le sue power moves tra l'azione dell'avversario di turno.
Buona prova per il boscaiolo, mi sfugge sempre come Franklin possa ottenere un tale successo di pubblico portando sul ring una simile gimnick, che trova l'incontro ideale per mostrare la sua die hard attitude e veramente d'impatto le manovre del canadese avvantaggiato dall'avere di fronte uno che pesava la metà di lui.
Rimane il dubbio sull'ultima power bomb: volutamente stiff o mezzo bocth? 6.5

Future Shock-WGTT
: il bendaggio su Shelton, oltre a ricordarci il feud che i campioni hanno coi Briscoe, offre agli sfidanti un obbiettivo su cui lavorare e permette ai campioni di mantenere l'incontro su ritmi non eccessivi per loro.
I ragazzi son bravi a non rendere monotona l'azione su Shelton mentre i campioni fanno la loro parte pur non andando oltre una serie di backbreacker.
anche l'hot tag di kyle non annoia e ci porta ad una fase finale più movimentata con la sequenza guillotine-german-guillotine molto bella.
Anche qua finale con dubbio: finezza di Shelton che crolla per il dolore alle coste o mezzo bocth? Bravo comunque Haas che non chiude subito. 7

Mya-MsChif: la mia totale ignoranza sul wrestling femminile mi impedisce di fare qualsiasi considerazione.
Almeno non è durato quattro minuti cone Del Ray-MsChif.

Mark-Lethal
: incontro che non m'ha preso granchè, i due fanno il compitino e, ad esclusione della cradle di Mark ad inizio incontro che porta ad una nearfall tanto improbabile quanto credibile, non si vede niente degno di nota fino alla cutter del campione.
Da lì in poi i due aumentano il numero di giri ma ormai possono solo cercare di costruire un bel finale, cosa che fanno. 6

Generico-Bennett: ormai è da un anno che scriviamo le stesse cose sul prodigio. I due hanno già inconcrociato la stada di Lethal e credo che lo rifaranno a breve, il titolo TV mi sembra la collocazione migliore per Bennett mentre, considerando come lo avevano gestito tra fine 2010 ed inizio 2011, sa di spreco per Generico.
Incontro sufficiente segmento successivo che non aggiunge nulla. 6

AW-ANX: si parte al tappeto e non te l'aspetti, inoltre si parte al tappeto non per mangiare cinque minuti alla mezz'ora che devi stare sul quadrato, ma per far vedere qualcosa con un minimo di senso. Poi si vira su strade più conosciute e l'incontro prosegue sul binario delle botte fino alla fine.
L'incotro si sviluppa con una serie di uno contro uno ed ogni volta che un team prova a lavorare in coppia sbaglia qualcosa permettendo il tag agli altri.
Nessuno dei due team si risparmia qualche shortcut e l'incotro diventa un po' caotico.
Da notare Titus che ha la meglio nei due scambi che lo vedono coinvolto col campione ed un paio di transizione di Davey veramente belle: specialmente la cross arm breaker sul lariat di King.
Finale con collisione tra gli AW ed ennesimo tuffo sul tavolo per Davey. 7.5

Evento che non propone niente di memorabile ma che si attesta su un buon livello medio.


[Edited by nanzi 3/4/2012 1:17 PM]
OFFLINE
Email User Profile
Post: 20,377
Post: 1,525
Registered in: 4/13/2011
Location: BOLOGNA
Age: 35
Gender: Male
3/4/2012 2:00 PM
 
Quote

Devo dire che a me le puntate TV hanno bloccato un casino (nel senso che tipo per vedere 7 cazzo di episodi c'ho messo una vita), pur trovando valide le ultime del periodo, quindi col lavoro fatto con Elgin (con Truth che lo convince che se non avesse perso con Edwards avrebbe ottenuto la shot per Final Battle) e Steen (anche se il segmento con gli avvocati è stato esageratissimo, forse volutamente. Più che avvocati sembravano avanzi di galera). Però è un format che, ancora una volta, con la ROH non ci sta a dire un cazzo. Perchè sì (non avevo visto il post)...

nanzi, 14/02/2012 22.24:

Mi sorge il dubbio che le puntate televisive servano solo per costruire e hyppare gli IPPV e che non considerino per niente gli show "regolari".
C'ho preso?



...non ha il minimo senso costruire solo i Final Battle se poi nei Gateway Of Honor (che mi sparerò quanto prima, ma devo vedere i Chikarasarus Rex per non rimanere indietro con la Chikara) può succedere qualcosa. E poi ci son le solite incongruenze, in primis il pasticcio fatto con ANX/Briscoes post-Ladder War...

OFFLINE
Email User Profile
Post: 982
Post: 352
Registered in: 4/14/2011
Location: VENARIA
Age: 31
Gender: Male
3/10/2012 3:11 PM
 
Quote

Sono riuscito a mettermi in pari finalmente, fino a Homecoming per intenderci, però non ho guardato nessun tv show per paura degli spoiler (reminescenze dei vecchi episodi che spudoratamente dicevano tutto). Poi l'ordine in cui guardarli è ancora meno chiaro di quanto non fosse prima, mi sono perso per caso qualche match o segmento (quello di Steen con gli avvocati è l'unico che ho visto) degno di nota?
OFFLINE
Email User Profile
4/4/2012 3:53 PM
 
Quote

VOGLIAMO TUTTI KANE IN ROH [SM=x2596167]
[Edited by il porco kane 4/4/2012 3:54 PM]
OFFLINE
Email User Profile
4/6/2012 5:17 PM
 
Quote

NESSUNO SEGUE LA ROH? MA PORCO KANE!
OFFLINE
Email User Profile
Post: 367
Post: 367
Registered in: 4/15/2011
Location: TERRANUOVA BRACCIOLINI
Age: 34
Gender: Male
4/22/2012 2:31 PM
 
Quote

Surival of the Fittest 2011

Briscoe-Bravado: condivisibile la scelta di proporre un incontro di coppia evitando così di bookare i due damerini in incontri singoli.
Classico incontro di qualificazione, sette minuti scarsi in cui i quattro fanno il compitino. Pubblico molto partecipe per la qualità di spettacolo offerto.
Alla fine la cosa più interessante è stato il post match tra i Mark e Jay. 5,5

Ridge-O'Reilly: da come Kelly inizia il commento si capisce già come andrà a finire: con Kyle vittorioso, quasi obbligatoriamente, e con Andy che pur partendo sconfitto venderà cara la pelle.
Nettamente migliore del precedente, i due non si risparmiano e mettono su una prova piuttosto intensa.
Momento dell'incontro la ventina di calci che si scambiano a centro ring.
Ridge continua a non convincermi. 6,5

Edwards-Bennett: quant'è che scriviamo le stesse cose? Ormai l'abbiam capito: l'unica possibilità che un match del prodigio strappi la sufficienza è che l'avversario s'accolli il 90% della riuscita dell'incontro e che lui possa limitarsi ad inserire le sue manovre al momento giusto.
Eddie fa il miracolo e, obbiettivamente, la fase finale dell'incontro si lascia anche guardare. 7

FCS: anche qua stipulazione che esula dal classico 1vs1 di qualificazione ed anche qua scelta azzeccata.
Incontro che solitamente sale di tono appena saltano gli schemi e qui saltano abbastanza alla svelta.
I quattro si dividono bene il tempo a disposizione ed ognuno ha modo di mettersi in mostra.
King fa la conoscenza col nuovo ring e la sua prestazione ne risente. C'è tempo anche per un paio di incertezze da parte di Ciampa che non fanno chissà quale danno.
Finale veramente ben fatto. 7

Corino-Generico: I due hanno un passato e l'incontro non può e non vuole far finta di niente.
Incontro più raccontato che lottato con Generico che non crede minimamente nella redenzione del canadese e lo provoca in continuazione, con Corino che per tutta la durata dell'incontro cerca di fare la cosa giusta e con Jacobs che, preoccupato che il suo protetto possa fare la cazzata, fa di tutto per evitarlo a costo di voler interrompere l'incontro.
Seconda parte dell'incontro più intensa in cui Steve mette sul ring quanto detto da Jacobs nel promo prima dell'incontro e ne prende una quantità impressionante per dimostrare che "going rigth" è diverso dal "going soft".
Avrei preferito un Corino schienato, magari dopo i cinque minuti supplementari.
Alla fine la road to redemption di Corino si completa con la stretta di mano a fine incontro e la sfida lanciata a Steen per Final Battle. 7,5

Strong-Titus: anche qua incontro di qualificazione che non offre granché se non un errore di Titus che poteva costar caro aa Roddie.
Eccessivo, considerato che devi andare col freno a mano tirato visto che dopo venti minuti dovrai risalire sul quadrato, farlo durare quasi un quarto d'ora. 6,5

WGTG-Richards/Lethal: incontro che vede coinvolti tutti e quattro i possessori dei titoli della federazione.
Buona la prova dei campioni di coppia che riescono a tenere un ritmo accettabile per tutta la durata dell'incontro, circa 25 minuti, cosa abbastanza rara per loro.
Le cose migliori si vedono quando sul quadrato ci sono Shelton e Davey ed il primo si conferma veramente incostante: capace di buoni incontri e di prestazioni irritanti nell'arco di 24 ore.
Lethal viene fatto passare per l'anello debole del quartetto ed è una strategia di booking che l'accompagna da quando ha rimesso piede in ROH. 6,5

SOTF: dalla composizione del sestetto si poteva prevedere un SOTF diverso dal solito.
Un team vero e proprio, i due protetti di Martini e gli altri due accumunati dal campione e che recentemente hanno avuto i loro problemi.
Incontro più breve del solito, un quarantina di minuti scarsi, con le eliminazioni iniziate dopo la prima metà della contesa.
Ci si ritrova così, in tre minuti, dall'averli tutti sul quadrato al rimanere coi soli kyle ed Elgin.
In particolar modo l'eliminazione di Eddie e quella di Mark lasciano un po' perplessi, quella di Jay è l'unica costruita mentre quella di Strong potrebbe dare il via ad una nuova fase nella HOT.
Fase finale veramente bella coi due prospetti più interessanti del roster che salvano un'incontro altrimenti mediocre. 7,5

Evento piacevole nella sua totalità, nessun picco ma neanche roba inguardabile.
Giusta la vittoria di Elgin che corona un annata veramente buona.
OFFLINE
Email User Profile
Post: 387
Post: 387
Registered in: 4/15/2011
Location: TERRANUOVA BRACCIOLINI
Age: 34
Gender: Male
5/28/2012 10:29 PM
 
Quote

Glory by Honor X

FCS: si salva solo il finale tra Elgin e Cole, prima si vede pochino. Da notare la prova di Grizzly che non esita e prendersi un paio di bump duri e pericolosi. 6

Ciampa-Jacobs
: secondo incontro di JJ sacrificato sull'altare del ritorno di Steen, a cui qualcuno dovrebbe dire che le righe orizzontali non sono il massimo per lui. Non si fa sul serio per un minuto. Alla fine. dopo svariate provocazioni, tra cui la geniale "Jimmy, wher's Tyler?", Steen ottiene il suo risultato e la situazione degenera in una rissa che si sposta anche fuori. S.v.

Edwards-Kyle: incontro della serata. Fortunatamente si sceglie di non far finta di quanto successo nei passati eventi "regolari" e lo spettacolo ne risente positivamente. Si parte back and forth e si vedono, oltre alle solite mazzate che t'aspetti, anche alcune transizioni veramente buone. Si prosegue con una fase di dominio di Eddie che si avvantaggia counterando il terzo butterlfy suplex di Kyle. Dopo una fase fuori dal quadrato si torna su ed è qua che kyle riesce, dopo dieci minuti dal primo tentativo, a connettere col terzo butterfly. Ne segue una terza fase più aperta coi due che forniscono una prestazione ai limiti del sadismo alzando di molto il livello delle mazzate che si infliggono.
Il finale, con Eddie che lascia la presa appena Kyle cede, chiude i conti tra i due. Passaggio obbligato verso il ME di FB ed incontro veramente bello. 8,5

Briscoe-Bucks: compitino per i quattro. Sia chiaro, si lascia abbondantemente guardare, ma credo che tutti sappiano che si poteva fare di più. Ritmo buono dall'inizio, molto rissaiolo e dominato da Mark e Jay, si passa poi ad una fase sul quadrato che permette anche ai bucks di mettersi in mostra. Finale neanche troppo concitato con la giusta affermazione per gli sfidanti ai titoli di coppia. 7

Strong-Lethal: la formula del proving ground convince poco in tv, figuratevi in uno show che dovrebbe avere un po' d'importanza nel calendario ROH... Che si andrà fino alla fine del quarto d'ora concesso appare evidente dall'inizio, non si vede praticamente niente d'interessante. L'unica cosa da rilevare è, per la prima volta, Strong che non ascolta Martini e accetta i cinque minuti in più proposti da Cornette, decisione che gli causerà la sconfitta. Dopo SOTF altre cose si muovono nella HOT con un Elgin lanciatissimo ed un Roddy che non ne azzecca una. 5/6

WGTG-AXN: anche qua si sceglie di seguire quanto successo negli eventi regolari (ladder war) tralasciando il casino fatto in tv. Solito problema di volere difese titolate nell'ordine della mezz'ora e atleti che non possono garantirti mezz'ora ad alto livello. Si parte pianissimo e se gli scambi tra Haas e Rhett non provano nemmeno a dare l'idea di avere senso, un minimo di interesse si risveglia quando sul quadrato salgono gli altri due. Dopo il primo quarto d'ora l'azione si fa meno statica e l'incontro sale di tono, anche il lavoro sulle coste di Benjamin non rallenta troppo la contesa. S'arriva, abbastanza dal nulla, al finale coi campioni che si confermano. 6,5

Richards-Generico: che si debba spendere i primi dieci minuti per dimostrare che Generico se la può giocare col campione è l'esempio lampante di come si sia lasciato a se stesso un wrestler che, pur non essendo materiale da titolo, l'anno scorso chiudeva FB. L'incontro comincia dopo questi dieci minuti ed è per buona parte dominato dal campione che però non riesce a chiudere con Generico che esce da qualsiasi schienamento. Il come back del canadese arriva e ci offre una fase finale più aperta e molto buona. Davey chiude più o meno come chiuse con Eddie a BITW. Mentre i due si riprendono l'irruzione di Steen riporta il caos a Chicago. Corino si esibisce in un volo che neanche ai bei tempi andati e ci ritroviamo con Generico, Corino e Richards sul quadrato: passato, presente e futuro del buon Kevin. 8

Evento Steencentrico. Se avessero invertito Strong-Lethal con l'incontro di Eddie lo spettacolo ne avrebbe giovato.
[Edited by nanzi 5/29/2012 8:33 PM]
OFFLINE
Email User Profile
Post: 394
Post: 394
Registered in: 4/15/2011
Location: TERRANUOVA BRACCIOLINI
Age: 34
Gender: Male
6/22/2012 10:10 PM
 
Quote

Southern Defiance

Bennett-Cole: buon opener, si parte piuttosto piano con Cole che dimostra d'essere un passo avanti all'avversario in più d'un occasione, Bennett riesce a rimanere a galla grazie ad un paio di manovre inedite ed anche ben eseguite (Spine buster sull'apron e la TKO), il finale concitato, per essere un opener, permette a Cole, che tira fuori un german con un angolo folle, di dimostrare che non è solo "quello in coppia con kyle" ed a Bennett che, pur non essendo un fenomeno, può metter su incontri piacevoli. 6,5

Bravados-Non ho mica capito come si chiamano
: boh, ha il pregio di durar poco ma finisce qua. I Bravado continuano a non convincermi e gli altri due fanno vedere un paio di sfuriate niente male ma non lasciano il segno. 5

Lethal-TJP: bene, molto bene. Incontro che, se si escludono i primi trenta secondi di mat wrestling, mantiene per tutta la durata un ritmo indiavolato. Lethal offre la sua miglior prestazione da quando è tornato e buona parte del merito va a TJP atleta che, in rapporto a quanto può offrire, abbiam visto troppo poco in questo 2011, speriamo che nel futuro sia più presente. 7

YB-ANX: classico incontro dei Bucks quando sono heel. All'inizio non riescono a combinare nulla e subiscono l'azione, tutt'altro che esaltante, degli avversari, si riprendono grazie ad una scorrettezza e danno il via ad un lunghissimo hot tag su Titus. Quando poi Rhett riesce ad uscire dal ring l'incontro si anima un po'. Sale, poco, il ritmo e si arriva al finale che premia i californiani. Incontro col freno a mano tirato, ne vien fuori una mezza delusione. 6

Briscoe-Alexander/Coleman: esilarante il promo pre incontro dei Briscoe mentre il secondo ci permette di apprezzare, ancora una volta, la spigliatezza di Coleman al microfono. Si parte fuori dal quadrato, cosa ormai d'obbligo quando ci sono i due rednencks, l'azione ha da subito un buon ritmo ed i Briscoe si trovano a completo agio nel maltrattare gli avversari tra la rampa e le barriere. Si risale e inizia un hot tag per Alexander, anche questo piuttosto lungo ma nettamente migliore di quello dell'incontro precedente. Quando Coleman riesce ad entrare il ritmo si alza notevolmente e l'upset non sembra così improbabile. I due sono forse un po' troppo svolazzoni ma manovre come il moonsault di Coleman sono da applausi. Il finale vede i Briscoe spuntarla in una contesa molto piacevole. 7

WGTT-HOT: terzo inconto fotocopia. L'infortunio alla coste di Bejamin è ormai il leitmotiv negli incontri dei campioni. La speranza, dovuta al fatto che al massimo l'incontro durerà venti minuti, di un buon ritmo viene subito tradita dal lungo, e piuttosto noioso, hot tag su Shelton. Quando gli schemi si rompono e l'azione si fa più confusa sono stranamente gli HOT a lavorare meglio in coppia. Nel finale esce Elgin, fino ad allora abbastanza in ombra, ma sono i capioni ad avere la meglio.
Deluso soprattutto da come è stata gestita la fase iniziale: hai Shelton con un infortunio alle coste e Roddie che non tira fuori neanche una beckbreaker? 6,5

EE-Generico: Generico chiude il suo personalissimo cerchio affrontando in due eventi consecutivi i due main eventers di FB. Dopo il mat wrestling iniziale, più di maniera che altro, l'incontro assume subito la sua fisionomia: i due si dividono bene la conduzione dell'incontro approfittando delle incertezze dell'altro per mettere in piedi la propria manovra. L'azione fila via senza intoppi e senza picchi clamorosi. Si vedono alcune cose interessanti come la Michinoku driver del luchadore, veramente ben eseguita, ed un'interessante transizione che porta Eddie dal backpack chinbreaker ad una STF molto buona.
Pubblico molto coinvolto da un incontro che pur lasciandosi abbondantemente guardare non soddisfa appieno.
Credo che il problema maggiore l'abbia evidenziato Cornette durante il commento: si affrontavano i due underdog di punta della federazione, due che rendono al meglio quando si trovano di fronte un wreslter che domina la contesa per la maggior parte del tempo permettendogli di limitare la loro azione a brevi sfuriate. 7,5

Honor Rumble: non il miglior modo di chiudere l'evento. Incontro che serve poiù che altro a portare avanti Briscoe-WGTT e ad imprimere una netta accelerata alle dinamiche interne alla HOT.
Se questi aspetti, oltre all'ordine degli ingressi, sono stati curati bene è completamente mancata l'azione sul ring.
Commovente Titus che appare dal nulla fottendosene degli ingressi temporizzati. 6,5

Evento che è la somma di alcune puntate televisive e come tale prescindibile.
[Edited by nanzi 6/22/2012 10:11 PM]
OFFLINE
Email User Profile
Post: 412
Post: 412
Registered in: 4/15/2011
Location: TERRANUOVA BRACCIOLINI
Age: 34
Gender: Male
8/5/2012 12:28 PM
 
Quote

Northern Aggression

Bennett-TJP: Sarà che t'aspetti sempre il peggio, sarà che cominci a farci un po' l'occhio, ma alla fine Bennett tira fuori un'altra prova sufficiente.
TJ fa il minimo sindacale ma tanto basta a far spellare le mani al pubblico.
Incontro che vede il prodigio al comando per la maggior parte dell'incontro e, personalissima sorpresa, anche condurlo in alcune fasi; Perkins usato senpre piuttosto alla cazzo "è un fenomeno, il più giovane di sempre al Tokio Dome, ecc ecc" però poi lo usi cosi...
Ma Bennett non doveva portarsi dietro Maria? Fiducioso aspetto. 6/6,5

Bravado-ANX: per la serie "non è più la ROH dei vostri nonni" i Bucks attaccano Titus e King prima del gong.
Rhett da forfait e, dopo alcune parole piuttosto forti, si assiste ad un Handicap match.
Non sono il maggior estimatore di King ma il ragazzo è di un altro pianeta rispetto ai due fratelli, in particolar modo rispetto a Lance che in un paio di occasioni da proprio l'idea di non saper come andare avanti. Meglio fa l'altro che riesce a dare un minimo di senso alla sua azione ed a sottolineare i momenti: King che s'avvicina a quello che è il suo angolo dove però non c'è nessuno.
Il ritorno di Titus è la svolta dell'incontro: da qui in poi King subirà molto di più rispetto a quand'era solo. Vincono, giustamente, gli ANX 6

Cole-Lethal: ancora un PG match. Da come si parte c'è aria di sorpresa, in effetti assistiamo ad un buonissimo incontro.
Dopo una prima fase dove i due danno prova d'equivalersi Cole prende il sopravvento reversando il tipico elbow di jay in un bel german; la fase che segue vede Adam un passo avanti al campione anche se la manovra di sottomissione che fa vedere un paio di volte è proprio un aborto, considerando la gente che frequenta si può fare meglio.
Lethal riesce a connettere col suo elbow e l'incontro prende una piega più back and forth, il ritmo sale, l'azione si sposta anche fuori, dove Cole con un suplex folle sbatte Jay sullo spigolo del quadrato, si iniziano a vedere gli schienamenti (molto credibile quello sul superkick di Adam).
Alla fine la vittoria va al campione.7
Nel promo successivo all'incontro Eddie si complimenta col membro dei FS in quello che potrebbe essere solo uno spezzone a caso come tutto il contrario.

YB-Coleman/Alexander: incontro che vive di folate: si parte discretamente forte per gli standard di questi Bucks, la fase in cui i due californiani assumono il controllo è quella centrale dove mettono a mal partito Coleman. Il ritmo si rialza con l'ingresso di Alexander e poi con la presenza contemporanea di tutti e quattro gli atleti sul ring.
Alexander ancora non convince e pare non aver niente da offrire oltre un'agilità fuori dal comune per la stazza. 6

Samson-Ridge: Mi sfugge la logica di quanto visto. Credo ci fosse la volontà di dare ad Andy, uno che provano a lanciare da un annetto, una vittoria importante. Allora prendono un omone e glielo piazzano contro, il problema è che l'omone in questione è forse il peggior wrestler che si sia mai visto in ROH. Aggiungiamoci che l'omone domina il 90% dell'incontro ed il gioco è fatto: Ridge vince, soffrendo tantissimo, con uno che probabilmente non rivedremo mai più. 5,5

ME: 75' di incontro e non annoiare mai. Già questo rende l'idea di cosa è stato questo ME. Si parte necessariamente piano anzi, i primi 20 minuti non si parte affatto tra richiami a Briscoe-WGTT e cazzeggio coi fan presenti.
La prima accelerazione arriva poco dopo e si concretizza in una mega rissa che coinvolge tutti i partecipanti e si sviluppa per tutta l'area transennata.
Si ritorna sul ring ma l'equilibrio è precario ed una seconda rissa, versione ridotta della precedente, è dietro l'angolo.
Sono passati circa tre quarti d'ora quando iniziano le eliminazioni. In cinque minuti Briscoe e WGTT sono fuori ed è una scelta giustissima.
Il livello del lottato si alza notevolmente specialmente Elgin e Generico mettono su delle belle fasi.
Eliminato Generico i due pupilli di Martini, purtroppo coinvolto anche sul quadrato, iniziano a pestare Eddie.
L'eliminazione di Elgin è volutamente poco pulita per proteggere il canadese, s'arriva ad un ennesimo Strong-Edwards e la solfa è la stessa dei precedenti: i due si menano durissimo ma senza troppa cognizione.
Eddie ne prende veramente una barca e sai già come andrà a finire: ok Die Hard, ma qua esagarano. 8

Evento che fa il paio con quello precedente: non ricordo due eventi consecutivi così deboli nella storia della federazione
Urge migliorare la regia: ci sta di perdersi qualcosa nel 4vs4 ma qua siamo quasi peggio dell TNA di 3-4 anni fa.
OFFLINE
Email User Profile
Post: 417
Post: 417
Registered in: 4/15/2011
Location: TERRANUOVA BRACCIOLINI
Age: 34
Gender: Male
9/6/2012 9:56 PM
 
Quote

Final Battle 2011

Elgin-Perkins: nei primi trenta secondi i due non si trovano granché, poi però ingranano benissimo facendo vedere spot veramente difficili.
Elgin domina un po' meno del solito ma riesce comunque a far apprezzare la sua forza mentre Tj non esita a rischiare la propria salute per la riuscita del match.
Vittoria mai seriamente a rischio per il canadese. 7,5

Ciampa-Rave: più che quanto visto sul quadrato risalta l'aspetto simbolico: si scontrano presente e passato dell'Ebassy .
Scelta giusta: dato che non puoi far perdere Ciampa nell'evento più importante dell'anno lo metti in un incontro di sicuro scontato ma con buoni motivi d'interesse.
Simbolico perché, quando si pensa all'Embassy, la mente corre sempre alla versione con Jimmy e non a quella attuale.
Quindi Ciampa schiena, con le scorrettezze proprie di Nana & Co., Jimmy che tornerà da dov'era venuto ed indossa il sobrio giacchetto che fu di Rave. 6,5

Generico-Lethal-Bennett: personalmente con Maria la presenza di Mike è molto più tollerabile. Diventa ancor più tollerabile se viene gestito come in questo caso, peccato non poter sempre piazzarlo in dei 3way.
Generico e Jay fanno la totalità del lavoro, se la prima parte è lenta per le continue interferenze di quello che accompagna Maria, nella seconda metà si sale di tono e si vedono le cose migliori.
Ridotte al minimo le fasi in cui tutti e tre sono sul quadrato contemporaneamente e concentrate tutte nei dieci minuti finali.
Spot nella norma ma legati veramente bene, pubblico di NY da par suo. 7,5

Corino-Steen: 25 minuti di follia, una violenza qualitativamente elevatissima che riesce a zittire, a tratti, il pubblico.
I due si fidano ciecamente dell'altro e ciò gli permette di dar vita a spot assurdi, JJ sembra di troppo: cosa che l'accompagna da quando è tornato.
Il finale richiama la scorsa FB ed il piledriver dall'apron sul tavolo, che Steen esegue su Generico intervenuto a salvare Cornette, chiude il cerchio con l'edizione dello scorso anno. 9

Gountlet match: posizione nella card non invidiabile per i dieci. Tralasciando il primo incontro, in cui i Bravado danno il peggio di se, si vedono delle buone cose.
Azzeccate le scelte sia sugli ingressi che sulle uscite, man mano che si avanti il ritmo e la qualità del lottato aumenta toccando il picco nel segmento Bucks-FS. Il finale che vede i due californiani di fronte agli ANX è inferiore per esigenze di storyline: Titus già zoppicante prima di iniziare e l'incontro che si sviluppa in un lunghissimo hot tag. 7

Strong-Hero: interessante il prematch con Martini che riesce ad essere interessante per la prima volta da quando lo seguo, con Roddy che si conferma la solita macchina da promo e col ritorno di Hero che non butta giù l'arena ma mi fa saltare sulla sedia.
Incontro che, escluso quanto succede tra la beck breaker sull'angolo e l'interferenza di Martini, delude un po' le mie aspettative. Roddy, in questa versione, non deve far vedere sul quadrato cosa sa veramente fare ed è uno spreco che questa ROH non può permettersi.
Poi mi spiegheranno perchè gli incontri in cui è presente Martini li booka Russo ubriaco. 7

Briscoe-WGTG: sarà stata l'atmosfera natalizia ma vedere il pubblico newyorkese inneggiare a Jim Duggan è come minimo stupefacente. Incontro strano, la si butta con una rissa prima che inizi l'incontro: i campioni si prendono così la rivincita sui fratelli a suon di sediate.
Quando inizia, con tempistiche abbastanza indecifrabili, l'incontro Jay è già aperto, non so quanto volutamente, ed il pubblico a già scelto da che parte stare: non certo quella dei campioni.
Il mezzo botch, che se fatto di proposito è una genialata, di Shelton sulla manovra della contesa fa saltare il tetto all'arena.
Si vedono alcune buone cose ed i due anzianotti ce la mettono veramente tutta ma i limiti fisici vengono fuori comunque. 7,5

Edwards-Richards: ammetto che partivo prevenuto ma m'hanno smentito su tutta la linea.
Non fanno l'errore più temuto: quello di picchiarsi fortissimo dal primo secondo ma lasciano che l'incontro monti pian piano muovendosi bene tra mat wrestling un po' di maniera e transizioni veramente fluide e ben fatte.
Anche qua fiducia illimitata nel mettere la propria salute nelle mani dell'altro e precisione chirurgica nell'eseguire spot pericolosissimi e nel prendersi bump folli.
Anche un momento ormai anacronistico come la possibilità di un count out per Eddie assume tutt'altra dimensione ed è perfetto posizionato in quel momento.
Certo Martini e Company c'entrano come il culo e le 40 ore però siamo veramente al pelo nell'uovo.
Ah, si, altra nota positiva: Eddie non spacca neanche un tavolo e Nigel valore aggiunto al commento.
Chiusa una porta per Davey s'apre un portone di nome Kevin [SM=x2585038] 9,5

Evento solidissimo con un paio di perle.
Acustica e regia da rivedere.
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | « 3 4 5 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 11:57 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com