00 4/29/2017 1:18 AM
Re: Re: Re:
The Real Deal, 28/04/2017 20.36:



Prova a guardare dal punto di vista di Chuck:

un giurista stimato, che ha passato anni a sbattersi per diventare quello che è diventato. Ovvero, prima della presunta malattia, un uomo di successo. E il fratello, noto imbroglione patentato che non si è fermato nemmeno di fronte alla famiglia, è diventato avvocato attraverso intrallazzi e vie traverse (in due parole: Slipping Jimmy), secondo me è credibile che viva male la situazione.

In più, la malattia.

Che nel suo caso è tutta dentro di lui, un po' come se fosse depresso, non gli permette di avere relazioni se non al di fuori di una comfrot zone ben definita e praticamente recintata. Io non sarei lucido, e forse non lo è nemmeno lui.

Aggiungi che, come avvocato, sembra avere una visione della giustizia abbastanza tout court (che sia un riflesso dell'avere a che fare con uno Slipping Jimmy? Ovvero uno che la fa franca sempre?).

Jimmy che però è anche quello che lo accudisce e si occupa(va) di lui. Cosa che per Chuck è secondaria, infatti, nonostante sappia che il fratello abbia un cuore d'oro, e lo ha anche ammesso, è più importante che lui paghi per la sua truffa, che agli occhi di un Chuck è un crimine imperdonabile.

Il comportamento di Chuck per me è coerente, infatti come personaggio a me piace, lo trovo scritto benissimo.



Infatti non dico che sia incoerente, è che è un pezzo di merda a monte [SM=x2584263]

In realtà Chuck secondo me non odia il fratello, odia solo il fratello in quanto avvocato (tanto è vero che non gli interessa sbatterlo in prigione, preferisce che venga radiato dall'albo o che gli venga tolta la licenza).
A lui andava bene che Jimmy si rimettesse in riga, "a patto" che però gli fosse subordinato. Finchè consegnava la posta alla HHM no problem, era l'ultima ruota del carro. Finchè aveva preso una stupida laurea per corrispondenza nessun risentimento, tanto di sicuro non l'avrebbero assunto alla HHM.

Il punto secondo me è che Chuck voleva sinceramente che Jimmy venisse fuori dalla vita che gli si prospettava. Ma in cuor suo era convinto che senza poter essere "Slippin" Jimmy non avrebbe ottenuto molto e sarebbe stato fondamentalmente un fallito. E per lui andava bene, perchè in fin dei conti tale lo riteneva.
Ma quando il fratello ha provato davvero a fare le cose per bene, lui gli ha messo i bastoni tra le ruote e gli ha sbarrato la strada verso dei successi lavorativi più che legittimi.

A quel punto Jimmy avrà pensato "Sai cosa? Vaffanculo" e lo ha inculato con Mesa Verde.
A mio modo di vedere, la genesi di Saul Goodman è da ricercarsi ANCHE nel rapporto che aveva col fratello.

Almeno, è questa la mia impressione.

[Edited by Iceman.88 4/29/2017 1:37 AM]