00 5/5/2021 9:17 AM
Il discorso di Caroto è giusto, ci sono lacune nella rosa che vanno colmate, e lo diciamo da inizio stagione.

Ma il miglioramento di una squadra passa inevitabilmente dall'allenatore, soprattutto se come in questo caso non sarebbe marginale (sia a livello generale, che in relazione alle altre).

E questo indipendentemente dal rendimento che ha avuto Pioli, che (in attesa del piazzamento finale) è comunque positivo.

C'è inoltre da considerare un aspetto che in Italia conta parecchio, cioè quello mediatico. E in questo Pioli è praticamente nullo, figuriamoci a confronto diretto con gente come Mourinho, Conte o Allegri.

Per tutti questi motivi il Milan ha il dovere di provarci fino in fondo. Poi magari non si riesce per mille motivi, ma non farlo per una questione di riconoscenza o di accesso alla Champions sarebbe stupido e deleterio, anche perché i treni passano una volta sola.